L’Associazione Cuochi Italiani nasce con l’intento di perseguire i seguenti scopi:


- Costituire una rappresentanza femminile e/o maschile di chi fuori dal territorio italiano si dedica all’attivita’ culinaria professionale e non, a sostegno della cucina italiana-mediterranea – euromediterranea al fine di sviluppare in maniera capillare la propria attivita’ migliorandone conoscenza e cooperazione tra tutti gli operatori del settore.


- Collaborare con associazioni ed enti territoriali per meglio diffondere la cultura gastronomica italiana e tutelare il suo patrimonio storico.


- Organizzare in collaborazione con altri organi di formazione, enti, scuole private e non, attivita’ di formazione professionale, approfondimenti di conoscenze tecniche di cucina, aggiornamenti e riqualificazione professionale di soggetti che operano nel settore della gastronomia.


Potranno diventare membri dell’Associazione Cuochi Italiani tutti coloro che vorranno associarsi: chef, pizzaioli, pasticcieri, studenti, dirigenti scolastici, operatori di organi di informazione, sostenitori, amatori della corretta alimentazione, nonche’ amanti e appasssionati della cucina mediterranea.


Possono aderire all’associazione, cittadini italiani e stranieri purche’ abbiamo come obbiettivo principale la promozione della cucina italiana e la valorizzazione della figura del cuoco quale promotore di salute impegnandosi nei progetti di educazione alimentare nonche’ nel rispetto delle regole previste dal codice etico deontologico dell’associazione stessa che prevede:


- di vigilare sul comportamento posto in essere da ciascun associato che dovra’ attenersi allo svolgimento della propria professione rispettando l’immagine senza che essa risulti lesiva alla credibilita’ e alla moralita’ dell’Associazione Italiana Cuochi;


- ogni associato/a dovra’ dare esempio di integrita’ morale e di irreprensibile condotta civile anche al di fuori dell’esercizio professionale, al fine di mantenere alto il decoro personale e della categoria;


- tutti coloro che vorranno entrare a far parte dell’Associazione Cuochi Italiani dovranno prendere visione ed accettare le norme contenute nel regolamento/codice etico deontologico che conformemente allo statuto l’ACI ha stabilito e che trova applicazione obbligatoria nei confronti di chi decide di associarsi.
                                                                                                                                                                                          Presidente ACI

                                                                                                                                                                                            Enza Barbaro